Milano Centrale e la fu sala d’aspetto

Una vita fa ero innamorato di una ragazza bella e complicata. Nessuno dei due viveva vicino, così ci demmo appuntamento in Stazione Centrale a Milano, nel giugno 2006. Forse il mio destino da pendolare era ben chiaro già allora.
Lei era una ragazza bella, intelligente, con un carattere non semplice e completamente negata (così mi pare) per il mondo ferroviario, i treni, le linee e le coincidenze. La aspettai infatti per qualche ora, leggendo un libro di Vittorio Messori ed Aldo Cazzulo su Torino, nella sala d’attesa di Milano Centrale. Questa è una foto in bianco e nero che ho trovato su un ottimo sito, che poi vi linkerò.

stazioneatt3

Di quel caldo pomeriggio ricordo molte cose, quasi tutte non piacevoli, ma di quella lunga attesa ho impressa in mente la bellezza pesante e decò delle panche e delle luci, e le linee nitide dei dipinti murali, che scopro solo oggi essere “le piante delle città d’Italia dipinte dal pittore futurista Marcello Nizzoli“.
Domenica sono rimasto ad aspettare una coincidenza a Milano Centrale per circa due ore e mezza e ho puntato diretto alla sala d’attesa. Adesso in quello che si chiama “Centro commerciale Stazione di Milano Centrale” c’è un negozio della Saturn.
I viaggiatori possono aspettare nella Galleria.

20130218_170531

Questa volta, al pensiero anche dello scempio artistico compiuto, non ho parole da scrivere, se non di maledizioni alla “modernità” che per l’ennesima volta nella storia dell’architettura distrugge le vecchie stazioni per farle stare “al passo coi tempi”. Ottenendo poi vibranti proteste inutili: Assalto in Centrale per il rientro ma la sala d’aspetto non c’è più
Questo il sito dettagliato sulla distruzione di un patrimonio di arti applicate: http://web.tiscali.it/stcentrale/notizie.htm
Dedico infine il post alla bella ragazza del 2006, che nel tempo è diventata una bella donna ed una amica tanto cara, sempre un po’ complicata ed appena più disinvolta coi treni.
Franz J.

Lascia un commento

Archiviato in quando è troppo è troppo, Sale d'attesa, Uncategorized

Chi commenta è pregato di non sputare dal finestrino

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...